NYU e ForDentist

Schietto e sincero come un sasso lanciato contro la finestra !

In questo sabato piovoso siamo contenti di essere al riparo nello splendido Hotel Mediterraneo a Riccione, dove ascoltiamo con interesse il Prof. Stephen Wallace, uno dei massimi esponenti mondiali sulle tecniche del Rialzo del Seno Mascellare.
La giornata è stata organizzata dalla NYU (New York University).

Cosa ci fa ForDentist in un congresso scientifico dove si parla di Chirurgia e Implantologia avanzata?
Semplice: ForDentist va dove vanno gli odontoiatri più ambiziosi e motivati.

In giornate di alta formazione come questa è ovvio che ci siano molti ottimi professionisti odontoiatri, volenterosi di stare al passo con la clinica più moderna, desiderosi di formarsi per continuare ad acquisire tecniche di lavoro sempre più sofisticate. Insomma, professionisti fortemente orientati a continuare a crescere in termini clinico-scientifici.

Ma qui arriva il nocciolo della questione che mi ha spinto a scrivere l'articolo.

Si penserebbe che professionisti di questo livello siano in grado, presso i propri studi, di offrire prestazioni ad alto valore economico aggiunto.
Si penserebbe che siano appunto dotati di un ottimo sistema/protocollo di gestione economica dello studio.

Invece non è così.

Parlando con alcuni odontoiatri, In particolare due aspetti mi colpiscono:

  1. la difficoltà a far accettare al paziente trattamenti/preventivi di medio/alto importo
  2. la difficoltà a impostare le giuste modalità di pagamento col paziente, facendone rispettare le relative scadenze

Noi di ForDentist ci occupiamo esattamente di problematiche come queste.
Dopo decenni passati a lavorare fianco a fianco con studi di tutta Italia, abbiamo la voglia e la capacità di affrontare proprio questo genere di casi.


Quando un odontoiatra incuriosito mi chiede "a cosa serve ForDentist", io con la mia solita pacatezza rispondo:

"Tu come odontoiatra cresci continuamente di livello, è normale quindi che metti a disposizione dei pazienti terapie più articolate e sofisticate, quando necessario.
Perdonami, ma ti chiedo: se poi non sei in grado di farle accettare al paziente, rimani un tesoro nascosto, non trovi?"

Comincia il dondolio oscillante del capo della persona in segno di assenso, ma ancora peggio diventa quando chiedo :

.... ri-perdonami se puoi, ma supponiamo che tu sia bravo e convincente col paziente nel far accettare a livello economico il preventivo, e poi tu sapientemente esegui clinicamente il trattamento .... se non fai rispettare le modalità di pagamento (sempre che siano state previo stabilite) come rientrerai del lavoro già eseguito ?
In pratica il tuo lavoro di così alto livello (con conseguenti spese di materiali) non fa altro che esporre economicamente lo studio che si ritrova a fare "da banca" per il paziente

Qui il dondolio del capo è un tutt'uno con l'occhio umido ....

Scusa il mio modo franco e diretto di parlare, però la sostanza è questa:

  • investi tempo e denaro per crescere e aggiornarti in termini professionali e clinici, diventando così un professionista sempre più a valore aggiunto e specializzato
  • non investi o investi male per avere il controllo economico dello studio necessario a gestire le tue elevate competenze cliniche e quindi il valore delle prestazioni rese ai pazienti.

A me sembra un controsenso.
Divento un gran professionista, per indebitare maggiormente il mio studio... non ha senso!

Questo e altri concetti sono la base su cui impostare uno studio florido e ben gestito. Il nostro TEST DI AUTOVALUTAZIONE te li mostrerà in modo chiaro.

Vai a compilarlo gratuitamente su www.fordentist.it cliccando qui e ricevi subito la risposta.

Arcangelo Zullo
Arcangelo ZulloConsulente - Formatore
Se questo articolo ti è piaciuto iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i prossimi consigli su come gestire al meglio uno studio odontoiatrico